Perizie e sopralluoghi

Perizie e sopralluoghi cosa tenere in considerazione

Se per farsi fare un vestito su misura occorre prendere le misure, se per scegliere una macchina è utile provarla con un test drive e, ancora, se per avviare una relazione stabile è fondamentale conoscere e frequentare il partner, così per valutare un immobile e capire quali lavori svolgere è imprescindibile svolgere delle perizie e dei sopralluoghi.

Differenza tra perizia e sopralluogo

A volte capita che i due termini vengano utilizzati come sinonimi, ma in realtà fanno riferimento a due realtà molto differenti. Sia da un punto di vista del significato che del lavoro necessario per eseguire un sopralluogo o una perizia.

Cos’è un sopralluogo

Possiamo innanzitutto specificare che il sopralluogo è l’attività che precede la perizia e in alcuni casi è propedeutica a essa. Il sopralluogo è un’ispezione, un controllo visivo della realtà nella quale si andrà a operare e che è il primo passo per la valutazione di qualsiasi tipo di intervento. Per i lavori di ristrutturazione il sopralluogo è strategico per avere una visione d’insieme preventiva dell’insieme dei lavori. Grazie a questo lavoro l’architetto acquisisce una serie di informazioni utili che gli consentono di fare una sorta di sommario e di previsione di ciò che andrà a fare.

Cos’è una perizia

Successivamente si passa alla perizia, ovvero un’analisi tecnica precisa relativa a specifici interventi e valutazioni. Se il sopralluogo consente una stima, la perizia tecnica permette di entrare nel merito di ogni situazione, permettendo al professionista che la redige di fare valutazioni tecniche e valide per stilare un preventivo e valutare l’entità dei lavori da eseguire e i relativi costi. Può essere utile anche prima dell’acquisto di un immobile per valutarne il reale valore. La perizia è quindi un lavoro più complesso che non può essere svolta da chiunque, ma solamente da professionisti competenti e abilitati a farlo.  Le perizie elaborate da costoro hanno valore di legge, le altre non sono nemmeno qualificabili come vere e proprie perizie.

Diverse tipologie di perizia

Proprio in virtù della complessità che abbiamo appena descritto è utile distinguere tra le diverse tipologie di perizia tecnica del settore edilizio. Le perizie si distinguono innanzitutto in base alla forma (semplice, asseverata o giurata) con la quale sono redatte e in relazione allo scopo (estimative, di conformità, misurative, per quantificare danni o per esprimere una consulenza).

Le perizie semplici è quella che il professionista che l’ha preparata firma e timbra. Questa perizia può essere asseverata quando il professionista stesso allega alla perizia anche una dichiarazione di responsabilità in cui si assume la responsabilità giuridica di quanto in essa dichiarato. La cosiddetta perizia giurata è un ulteriore livello di asseverazione nella quale il tecnico si assume la responsabilità di quanto dichiarato davanti a un notaio o a un cancelliere di un ufficio giudiziario. Se dal punto di vista della “sostanza tecnica” non ci sono sostanziali differenze, molto cambia dal punto di vista della responsabilità penale che il professionista si assume nel firmare quel documento.

Per quel che riguarda la finalità, invece, la perizia estimativa ha funzione di calcolare il valore di un immobile o di un terreno, mentre quella di conformità serve per constatare se quella costruzione o quel lavoro è conforme alle norme urbanistiche ed edilizie. La perizia misurativa serve per rilevare delle distanze o delle misure, mentre quella per i danni serve per quantificare il costo da sostenere per la riparazione di quell’incidente. Infine la perizia può essere richiesta da un tribunale per richiedere una consulenza tecnica.

Consigli utili per le perizie e i sopralluoghi

Chi si occupa di sopralluoghi e perizie sa l’importanza di questo tipo di lavoro. È infatti fondamentale non solo saper eseguire correttamente i rilievi necessari, ma anche sapere cosa analizzare, misurare e valutare. La redazione di una perizia tecnica non è mero lavoro di trascrizione e calcolo, ma soprattutto di valutazione. Per questo è fondamentale il ruolo di un professionista, perché – per tornare all’esempio iniziale – chi acquista un abito spesso vede solo stoffa e colori, mentre il sarto sa il tipo conosce dettagliatamente il tipo di tessuto impiegato, la lavorazione, le cuciture, eccetera.

Il costo delle perizie e dei sopralluoghi

L’aspetto economico è sempre quello più difficile da gestire, soprattutto per chi ignora il grande lavoro che si nasconde dietro sia un sopralluogo che una perizia. Perché anche lo stesso sopralluogo non è un semplice “vieni a vedere e poi vediamo”. Al di là del tempo necessario per recarsi presso il luogo da verificare ed eventualmente periziare, al termine del sopralluogo il professionista che lo ha eseguito rilascia un giudizio e/o un parere. Questo è frutto di una valutazione, di un lavoro possibile a seguito dell’impegno speso nella formazione e nel costante aggiornamento sulle normative e sulle possibilità tecniche che si possono applicare.

È quindi evidente che questi interventi hanno un costo ma, se affidato a un professionista capace, il lavoro di sopralluogo e perizia non è mai sprecato, perché si rivela come il primo e il più importante tassello da porre al grande puzzle dei lavori di costruzione o ristrutturazione della propria casa.

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
ISCRIVITI ORA
close-link
GET FREE AUDIT

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.