Ristrutturare la cucina

Ristrutturare la cucina: migliorare un luogo strategico

Uno degli ambienti più vissuti in tutte le abitazioni è senza dubbio la cucina. Qui non solo si fa colazione, il pasto più importante dal punto di vista alimentare, ma ci si ritrova a pranzo e soprattutto a cena, con tutta la famiglia. Specie nelle abitazioni più piccole, ed è un trend di quelle moderne, dove raramente si trova una vera e propria sala da pranzo, la cucina rappresenta non solo l’ambiente dove cucinare, ma anche dove consumare gli alimenti. Per questo è fondamentale organizzarla al meglio, cogliendo entrambe le esigenze. Vediamo quindi insieme quali sono i ragionamenti da affrontare nel caso di una ristrutturazione o semplice restyling di questo ambiente così importante.

Consigli utili su come rifare la cucina

Quando parlo con i miei clienti mi piace conoscere in primis le loro abitudini. È uno step fondamentale per realizzare un progetto che sia rispondente alle reali esigenze: è molto frequente la richiesta di realizzare una cucina che sia il più spaziosa possibile.

Come spesso accade i clienti sono confusi e malinformati dalle molte immagini che girano sul web. Queste presentano il più delle volte isole centrali, pareti vetrate e ambienti molto spaziosi. Queste aspettative agli occhi degli stessi clienti spesso contrastano con la metratura a disposizione e soprattutto con le predisposizioni esistenti degli impianti. Il mio contributo è proprio quello di creare l’ambiente perfetto partendo da alcuni limiti.

Questi non sono necessariamente una condanna, una spada di Damocle sulla testa dei malcapitati di turno, ma l’identità di quell’ambiente che deve essere conosciuta per fare in modo che possa esprimersi al meglio. Non mi stancherò mai di ripetere che non sono i metri quadri che contano, ma come vengono gestiti. Troppo spesso, infatti, ambienti enormi sono sfruttati male e risultano meno vivibili di ambienti più contenuti ma pensati e realizzati ad hoc. Questo discorso vale anche e soprattutto quando si tratta di ristrutturare la cucina.

Per me la cucina è uno spazio sinonimo di accoglienza e praticità, il fulcro del focolare domestico, per cui credo sia fondamentale confrontarmi con i fornitori, specialisti del settore, per ricreare questa percezione. Una cucina che non funziona distrugge un’abitazione.

Ristrutturare la cucina: angolo cottura o cucina abitabile?

Innanzitutto bisogna fare una prima distinzione tra angolo cottura e cucina abitabile. Il concetto di open space è molto in voga e meriterebbe un articolo a parte; sintetizzo il mio pensiero dicendo che se la metratura di un appartamento lo permette, prediligo la scelta di dedicare un vano chiuso alla cucina.

Cucina a vista
Fonte: living.corriere.it

L’open space è una scelta esteticamente vincente ma a mio avviso funzionalmente errata. Scegliere di posizionare un angolo cottura su una porzione dell’ambiente della zona giorno anziché perimetrarlo, significa fare i conti con due nemici acerrimi dell’ambiente cucina: gli odori e il disordine.

Per cui se c’è una finestra che assicura il rapporto aero-illuminante (rai) di 1/8*, consiglio sempre ai miei clienti che ne hanno la possibilità di scegliere la cucina abitabile. Questa scelta è assolutamente coerente alla volontà di creare grandi porte scorrevoli, più o meno trasparenti, per mettere in comunicazione la cucina con la zona giorno.

* ovvero il rapporto tra la superficie del pavimento e quella delle finestre.

Vetrate cucina
Fonte: electromode.com

Esempio: se un ambiente presenta due finestre 100×120 cm, la superficie vetrata ed apribile è di 2,4 mq per cui la cucina non deve essere più grande di 19,2 mq.

Ristrutturare la cucina: l’orientamento

Un altro ragionamento lo merita l’orientamento della cucina e la relazione con gli altri ambienti della casa. Ogni stanza non è mai completamente indipendente e fine a sé stessa; per questo credo che l’orientamento migliore della cucina sia il Nord-Est. Vediamo insieme le motivazioni.

La cucina è un ambiente di lavoro, per cui è fondamentale che non ci siano condizioni termiche sfavorevoli all’utilizzo dei classici elettrodomestici come il forno o i piani cottura. Cucinare in un ambiente già di per sé caldo è controproducente. D’altra parte per piacere personale preferisco sempre bere il primo caffè della giornata in un ambiente soleggiato e non cupo. Queste considerazioni sono generiche e ovviamente da confrontare con il reale assetto della planimetria; nel caso non fosse possibile esistono soluzioni tecnologiche per assicurare comunque il comfort termico e luminoso.

Comfot termico e luminoso cucina
Fonte: westelm.com

Per quanto riguarda la relazione con gli altri ambienti per me è importante ubicare la cucina il più possibile vicino all’ingresso, magari con passaggi di servizio, per una questione prettamente funzionale. Avete mai fatto caso a quanto è sconveniente ogni volta trascinare la spesa dall’ascensore fino al frigorifero?

D’altra parte è fondamentale che la cucina rimanga nascosta visivamente rispetto ad altri ambienti perché trovo davvero spiacevole pensare a un corriere alla porta di ingresso che vede pentole e stoviglie. È fondamentale nella progettazione della ristrutturazione della cucina assicurare a questo ambiente la giusta privacy. Per farlo è possibile intervenire anche con piccole accortezze quali disallineare il piano di lavoro rispetto alla visuale dalla porta di accesso alla cucina e magari, invece, preferire l’inquadratura di una parete più statica ed estetica.

Non pensare alla cucina come quattro pareti da attrezzare

Un errore spesso sottovalutato è quello relativo alla volontà di avere il più possibile luce naturale e, di conseguenza, grandi finestre e porte finestre. Nel caso specifico della cucina questo è un errore in quanto per poter fissare tutto il piano di lavoro e i pensili è importante avere pareti regolari a disposizione. Ciò non toglie che lo spazio si può strutturare con il valido aiuto di controsoffitti a diverse altezze che, oltre a movimentare lo spazio, riescono a diventare i perfetti alleati per le collocazioni dei corpi illuminanti.

Corpi illuminanti cucina
Fonte: homify.it

Non sottovalutare mai i piani di appoggio, la giusta illuminazione e lo spazio contenitore

Una cucina è funzionale quando non solo permette la fruibilità comoda secondo la regola del triangolo delle attività, ma anche quando si ha spazio sufficiente per poter poggiare i vari accessori, fissi (elettrodomestici) e mobili (vassoi e taglieri di preparazione). Solo io sento tutti lamentarsi perché non hanno mai spazio sufficiente per cucinare?

Disposizione piani appoggio cucina
Fonte: valcucine.com

Come già specificato la cucina è un luogo di lavoro a tutti gli effetti, per cui è importante che oltre alle luci di ambiente ci siano i corpi illuminanti tecnici per permettere la giusta visibilità durante la fase di preparazione. Gli strip led sotto i pensili rappresentano una valida soluzione. D’altra parte è una buona scelta estetica creare più livelli di illuminazione: personalmente mi piace dedicare un livello di luce per la zona funzionale, un altro per il tavolo/penisola/isola e un altro per la zona dispensa/frigo. Essendo funzioni totalmente differenti richiedono luci diverse e specifiche.

Illuminazione cucina
Fonte: living.corriere.it

Mai come in cucina inoltre è importante avere spazio contenitore: stoviglie, dispensa alimentare, tovaglie, strofinacci…se si riesce a tenere tutto sottomano la funzionalità è decisamente migliore.

L’importanza di ristrutturare la cucina

Con questi brevi ma essenziali consigli credo di aver spiegato bene l’importanza di dover ristrutturare la cucina pensandola per quello che è: uno degli ambienti più importanti della casa. Sicuramente uno dei più vissuti, con specifiche uniche rispetto al resto dell’abitazione e che necessita di particolari attenzioni per poter essere vissuto, sfruttato e goduto nel migliore dei modi.

 

Immagine in evidenza: thanks to mashable.com

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
ISCRIVITI ORA
close-link
GET FREE AUDIT

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.