Ristrutturare casa

Ristrutturare casa: come stimare un costo reale

Quanto mi costano i lavori in casa?” Una domanda che tanti, tutti, ci poniamo quando iniziamo a pensare a come ristrutturare casa. Il fattore economico è la preoccupazione più grande per il cliente che ha desiderio di ristrutturare la propria abitazione o semplicemente apportare delle migliorie all’immobile. Stilare un preventivo per i lavori di questi lavori però è tutt’altro che immediato e soprattutto bisogna considerare molti fattori variabili. Vediamo insieme quali sono.

I fattori che incidono sul costo di una ristrutturazione

Lo stato iniziale

Fondamentale ai fini di una valutazione è sicuramente analizzare lo stato di partenza dell’immobile. Per poter fare questo è importante avere il giudizio di un tecnico. Un immobile degli anni ’60 mai ristrutturato dovrà affrontare lavorazioni differenti rispetto ad un’abitazione degli anni 2000. Facendo un esempio pratico: il cliente vuole rinnovare il rivestimento del bagno, senza preoccuparsi dello stato di manutenzione degli impianti sotto traccia. Un buon tecnico valuterà la “vita rimanente” degli impianti e darà un consiglio rispetto alla possibilità o meno di sfruttare l’occasione del cambio dei rivestimenti per poter anche lavorare sotto traccia, evitando che dopo qualche anno le nuove ceramiche debbano essere demolite.

L’ubicazione dell’edificio

La localizzazione dell’intervento gioca un ruolo fondamentale ai fini del preventivo economico. È abbastanza intuitivo pensare che la ristrutturazione di un immobile a Roma o Milano abbia costi decisamente più importanti rispetto ad una cittadina medio/piccola.

La definizione degli interventi da seguire

Qui entra in gioco il computo metrico, ovvero il documento più prezioso che si ha a disposizione. Con l’aiuto di un architetto è possibile avere tra le mani questo documento magico in cui sono segnate tutti le voci da prevedere sulla base di un progetto preliminare. Il controllo del preventivo fornito dalle imprese è altrettanto sostanziale per vedere che sia stato compilato correttamente e senza sorprese che solitamente balzano fuori durante il cantiere.

Le spese da considerare per ristrutturare casa

Tutti gli interventi all’interno di una casa devono essere fatti come investimento temporale, per cui il mio consiglio per evitare di buttare letteralmente i soldi negli anni è quello di affidarsi, ogni qual volta si senta la necessità di rendere migliore un’abitazione, ad un tecnico specializzato. In modo che possa realizzare: un progetto preliminare stilando una lista delle criticità da eliminare, le potenzialità da far emergere e i fattori da mantenere inalterati. Anche questa è una voce da aggiungere alle spese da dover sostenere.

Entrando un po’ più nel dettaglio, quali sono le spese da dover considerare per poter ristrutturare una casa?

1- Il professionista (analisi preliminare, progettazione e direzione cantiere):

Il costo spesso è in termini percentuali rispetto all’importo complessivo dei lavori ma molto dipende dal livello di consulenza richiesta, per cui trovo più corretto definire a monte la parcella del tecnico.

2- Le pratiche edilizie:

In base all’entità dei lavori definiti con il progetto preliminare si può determinare la pratica edilizia da presentare che ha costi diversi in base al tipo di manutenzione ed al Comune.

3- I lavori murari, impiantistici e di finitura:

Una specifica che mi sento di dover dire in tutta onestà è che i lavori fatti bene esteticamente e duraturi nel tempo devono essere pagati, per cui in base alla complessità del lavoro consiglio di rivolgersi a maestranze più o meno specializzate.

4- I materiali (rivestimenti, infissi, illuminazione, sanitari):

Il mercato è vario e solo in base al budget iniziale stanziato sarà compito dell’architetto definire una fascia di materiali idonea alla ristrutturazione.

Ristrutturare casa è un lavoro oneroso e impegnativo, sia perché riguarda uno dei beni più importanti (la propria abitazione), sia perché necessita di particolari attenzioni. La stima dei costi è fondamentale per evitare di non avere le risorse necessarie per terminare lavori già avviati e per fare scelte mirate sulle priorità sulle quali intervenire. In questo modo si potranno ottenere enormi benefici anche senza spendere cifre esagerate, valorizzando sia la sicurezza che l’efficienza e il design della vostra casa.

Condividi la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
ISCRIVITI ORA
close-link
GET FREE AUDIT

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.